Per offrirti una migliore esperienza di navigazione Cantina Rotaliana utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Selezioni Cortuta

#vinidelcuore

Il progetto Cortuta nasce nel 2014 dal desiderio di valorizzare la ricchezza dei nostri migliori vigneti, individuando quelli in assoluto più vocati alla coltivazione di specifiche varietà diverse dal teroldego.
A partire dalla vendemmia 2018, Leonardo Pilati, il nostro enologo, estende a pinot bianco e müller thurgau il “protocollo Cortuta” prima riservato solo a lagrein e chardonnay. Si tratta dell’applicazione di specifiche pratiche di gestione del vigneto, tempi e modalità di raccolta, oltre che a tecniche di vinificazione diverse per queste varietà rispetto al resto della produzione della Rotaliana.
Il focus è sempre sulla materia prima. Per questo motivo, l’enologo decide di anno in anno se questa è all’altezza del compito: esprimere al massimo l’identità della specifica varietà in relazione al suo territorio di origine.

CORTUTA dal latino “protettrice del cuore” son vocaboli incisi sulla nostra botte più antica, al di sotto della sacra effige di una Santa, probabilmente Santa Cordula, la nostra portafortuna.

Cosa rende Cortuta #vinidelcuore UNICI?

  • L’impronta dolomitica

Le Dolomiti sono la nostra ricchezza, ciò che rende il nostro ambiente alpino unico. Patrimonio dell’Umanità che dobbiamo salvaguardare e tramandare alle generazioni future.
Tutte le uve Cortuta provengono da vigneti fortemente influenzati dalla presenza delle Dolomiti. Dal clima, alla composizione del suolo, dal sistema di allevamento, all’esposizione dei vigneti, tutto è strettamente connesso alla montagna.

  • Il lavoro nel vigneto

Le uve destinate alla produzione delle selezioni Cortuta provengono da vigneti identificati nel tempo come i migliori per la produzione di una specifica varietà. L’esperienza e la memoria storica dei nostri viticoltori ci hanno permesso di mappare questi cru, dove la natura ma anche la mano dell’uomo fa la sua parte. Pratiche viticole sostenibili, riduzione delle rese e raccolta manuale nei tempi dettati dalla vite: tutto questo permette di ottenere uve di assoluta qualità.

  • I processi enologici in cantina

Le tecniche di vinificazione adottate dalla Cantina sono da sempre orientate alla produzione di vini autentici, espressione del territorio trentino. Nella selezione Cortuta, questa filosofia rappresenta ancora di più una linea guida a cui attenersi per un uso più sapiente e dosato del legno.

E’ così che i vini Cortuta si distinguono per un’equilibrata fusione tra gli aromi e i sapori primari, delle uve, secondari, dei processi fermentativi, e terziari della maturazione.
Bouquet intenso, spiccata freschezza e mineralità, ma soprattutto grande tipicità.
Questi i trattai distintivi dei vini Cortuta, #vinidelcuore.

Scopri qui i vini Cortuta